Addominoplastica

L’addominoplastica è un intervento che può risolvere i problemi legati ad un addome prominente e che sono causa di insoddisfazione sia negli uomini che nelle donne. L’addome prominente è il risultato di varie cause quali: un eccesso di peso, a debolezza della muscolatura, la gravidanza, la perdita di tono della pelle che non risponde più alle diete o all’esercizio fisico. La addominoplastica (plastica addominale) è una procedura chirurgica che permette di appiattire l’addome eliminando sia la pelle che il grasso in eccesso, ridando nello stesso tempo tono alla parete muscolare dell’addome. I migliori candidati alla addominoplastica sono i pazienti che hanno raggiunto il loro peso forma.

Addominoplastica: la visita

Durante la visita è importante che spieghiate chiaramente al chirurgo quali sono i vostri obiettivi e speranze di risultato: il chirurgo deve verificare se la struttura del vostro addome consente di ottenere i risultati sperati e vi deve indicare i risultati estetici ottenibili.

Come avviene l’intervento di addominoplastica?

Per la addominoplastica si utilizzano 3 tecniche di base per ridurre un addome prominente: la scelta della tecnica migliore dipenderà dal risultato che si vuole ottenere e dal problema specifico da risolvere. La liposcultura in alcuni pazienti è sufficiente da sola per produrre un addome più sottile. Quando è presente anche un rilassamento ed un eccesso di pelle nella parte inferiore dell’addome è necessario intervenire con una plastica dell’addome minima.
Per coloro che invece presentano un notevole rilassamento dei muscoli addominali ed un eccesso di pelle, l’unica soluzione è la plastica addominale totale, tecnica che si effettua in anestesia generale e che richiede un’incisione intorno all’ombelico ed una seconda incisione che va da un fianco all’altro. La parete addominale viene suturata dopo aver eliminato il grasso e la pelle in eccesso.

La convalescenza dopo la addominoplastica

Il primo giorno è consigliato il riposo a letto. Qualsiasi dolore o fastidio a seguito dell’intervento può essere trattato con terapia farmacologica adeguata. Se è stato inserito un drenaggio solitamente questo viene rimosso il giorno successivo. I punti saranno tolti dopo 1-2 settimane, mentre i bendaggi possono essere mantenuti anche più a lungo. Spesso è anche necessaria una speciale fascetta addominale per alcune settimane. Resteranno alcune cicatrici che tendono ad attenuarsi nel tempo. Durante la vostra degenza, dovete astenervi dal fare qualsiasi intenso sforzo fisico o sollevare oggetti pesanti. Alcuni pazienti rientrano al lavoro nel giro di una o due settimane, a seconda del tipo di intervento subito. Il chirurgo deciderà quando potrete riprendere la normale attività fisica.

Il risultato è definitivo?

SI! A condizione che il paziente non aumenti eccessivamente di peso o non intervengano delle gravidanze: in questo caso si potrebbero perdere parte dei benefici ottenuti con l’intervento.

Addominoplastica maschile

Non solo le donne, ma sempre di più anche gli uomini desiderano migliorare l’aspetto del proprio addome quando attività fisica e palestra non danno i risultati sperati. Gli uomini oggi hanno meno problemi a rivolgersi a un chirurgo per migliorare i difetti fisici, mentre fino a qualche anno fa c’era più pudore nel farlo. Il torace e l’addome sono parti importanti per il corpo maschile. Il problema principale che gli uomini cercano di risolvere è legato alla “pancia” e ai chili di troppo: l’intervento più praticato è la liposcultura addominale e dei fianchi, ossia la riduzione del grasso in eccesso, ma sono in forte aumento anche le riduzioni del seno. A seconda del risultato che si vuole ottenere e della situazione di partenza, per migliorare gli addominali si può praticare una liposcultura, che riduce l’addome, o una plastica addominale consigliata quando c’è rilassamento ed eccesso di pelle. I pazienti che hanno raggiunto il peso forma sono i candidati ideali per una plastica addominale, mentre chi lo usa come scorciatoia per dimagrire, rischia di ritrovarsi in qualche mese al punto di partenza. È necessario infatti cambiare abitudini alimentari e stili di vita, per non ingrassare di nuovo.

Foto prima e dopo addominoplastica femminile

addominoplastica

addominoplastica + mastoplastica prima e dopo:

addominoplastica + mastoplastica prima e dopo

addominoplastica

addominoplastica + mastoplastica prima e dopo:

addominoplastica + mastoplastica prima e dopo

addominoplastica + mastoplastica prima e dopo

Foto prima e dopo addominoplastica maschile

Notizie dalla stampa

Negli Stati Uniti l’intervento che da più soddisfazione ai Pazienti è il lifting addominale ovvero l’addominoplastica. Lo rivela la prestigiosa ASAPS – American Society of Aesthetic Plastic Surgery. La società americana di chirurgia estetica nel 2013 ha eseguito una ampia statistica tra coloro che si sono sottoposti ad interventi di chirurgia estetica (Real Self Worth it Rating) ed il risultato ha dimostrato che addominoplastica e mastoplastica additiva (aumento del seno con protesi) sono i due interventi “più amati!” dai pazienti americani. In effetti il lifting addominale, grazie anche alle recenti evoluzioni tecniche, permette di avere ottimi risultati in grande sicurezza. Oggi è possibile associare nello stesso intervento la liposcultura per modellare addome e fianchi e contemporaneamente ridare tensione alla parete addominale attraverso la rimozione della pelle in eccesso. L’associazione, poi, di trattamenti con cellule staminali di origine adiposa e radiofrequenza frazionata, possono migliorare l’aspetto delle “smagliature” che spesso sono presenti in addomi un po’ abbondanti!

Leggi anche questi articoli: