Lifting del collo

Il lifting del collo, detto anche lifting cervicale, è un intervento che può essere seguito come singolo intervento o in combinazione con altre procedure di ringiovanimento del volto come lifting R3, MIVEL, SEFFI e la blefaroplastica. Il lifting del collo mira a rimettere in tensione non tanto e solo la pelle ma soprattutto il muscolo che determina l’aspetto invecchiato del collo, ovvero il muscolo platisma. Attraverso corte cicatrici periauricolari andiamo ad inserire dei “legamenti artificiali” che, rimettendo in tensione il muscolo platisma, ridonano un aspetto giovanile al collo. Questo intervento è adatto sia a donne che uomini e solitamente si esegue tra i 45 e i 55 anni d’età.

Come avviene l’intervento di lifting del collo

Previa infiltrazione di anestetico locale il chirurgo segue una delicata dissezione della pelle dal muscolo. Viene posizionata la banderella sul muscolo platisma e viene messa in tensione e suturata posteriormente all’orecchio. Si elimina solo la pelle in eccesso e viene eseguita una sutura estetica.
Nessuna medicazione è necessaria ma solitamente una accurata disinfezione della ferita. L’intervento può essere eseguito sia in anestesia locale assistita che in anestesia generale. Solitamente viene consigliata una notte di degenza in clinica.

Dopo quanto tempo si può tornare ad una vita sociale

Alla dimissione il paziente non ha alcuna medicazione sulla ferita quindi l’intervento non è particolarmente evidente. Dopo circa 2 settimane si rimuovono i punti quindi è possibile riprendere tutte le normali occupazioni.

Foto prima e dopo lifting del collo femminile:


Foto prima e dopo lifting del collo maschile:

Consiglio per il lifting del collo

E’ consigliabile associare il lifting del collo con l’impianto di cellule staminali con tecnica SEFFI nel resto del volto per favorire una rigenerazione cutanea complessiva non limitata solo alla zona dove si è effettuato il ringiovanimento del collo.


#VideoBlog : in sala operatoria per un lifting del collo
Oggi siamo in sala operatoria ed andiamo ad eseguire un lifting cervicale ovvero un lifting del collo. Oggi sempre più uomini e donne intorno ai 45 anni chiedono il ringiovanimento della regione del collo e della regione mandibolare. Spesso si vedono visi assolutamente freschi che però denotano la loro età proprio da una lassità e da un cedimento di questa zona del viso e della parte del collo. L’intervento di lifting cervicale è un intervento che permette di ridonare la tensione muscolare e di ridefinire l’arco mandibolare. L’intervento si esegue in anestesia, ma con tempi di recupero estremamente rapidi grazie a delle tecniche mini-invasive che permettono un ritensionamento dei muscoli del collo e dell’arco mandibolare con tempi di recupero estremamente rapidi.


#VideoBlog : Lifting del Collo Mininvasivo

Oggi sempre più uomini e donne richiedono il miglioramento della parte inferiore del viso e soprattutto della parte del collo: quindi avere un collo più definito, meno lassità cutanea e muscolare in questa zona. Ormai è un intervento che viene richiesto da uomini e donne tra i 45 e i 55 anni: ecco perché è importante fare un intervento che sia da un lato mini-invasivo e quindi permetta un recupero molto rapido, che dia risultati evidenti e soprattutto duraturi nel tempo. Grazie a questa tecnica mini invasiva del lifting del collo è possibile ridonare un contorno armonico alla parte inferiore del viso e del collo con tempi di recupero estremamente rapidi e con un effetto assolutamente naturale e duraturo nel tempo. L’intervento si esegue in clinica in regime di anestesia generale con ricovero di solo una notte e il paziente esce dalla clinica senza alcuna medicazione sul viso e con i capelli può assolutamente coprire le piccole cicatrici e rientrare al lavoro e all’attività sociale normale già dopo pochi giorni.

Leggi anche questi articoli: