Metatarsalgia – Dolore ai piedi da tacchi alti?

I tacchi alti sono parte integrante dell’abbigliamento di una donna, rendono elegante e sensuale la figura femminile e spesso sono una parte richiesta della “divisa da lavoro”. La metatarsalgia è il dolore più comune che le donne soffrono nella parte anteriore del piede per l’uso prolungato di tacchi alti. Vi possono altre cause di dolore del piede come la fascite plantare, calli e duroni, gotta, neuromi, ma meno frequenti e non strettamente connessi all’uso dei tacchi.
La metatarsalgia è un dolore nella parte anteriore della pianta del piede ed è ben localizzato. Quando si indossano tacchi alti, tutto il peso del corpo è trasmesso sul metatarso che ovviamente ne soffre. L’ ammortizzazione naturale adiposa sotto il metatarso è inadeguata, in quanto nella posizione da tacco alto il metatarso distale è flesso e il cuscinetto di grasso è spostato posteriormente per cui l’azione ammortizzante diventa insufficiente.

Soluzioni per metatarsalgia
Modificare le calzature sarebbe l’opzione ragionevole, ma non sempre ciò è desiderabile e fattibile. L’ironia è che passando a scarpe basse si può incorrere nella fascite plantare: è interessante notare che chi soffre di fascite plantare troverà sollievo indossando una scarpa col tacco alto. Molte donne utilizzano inserti ammortizzanti in gel, ma il problema con questi “cuscinetti” è che questi plantari cambiano la calzata della scarpa e possono causare l’attrito della calzatura altrove sui piedi.
Con l’evoluzione dei filler dermici è possibile utilizzare questi per ammortizzare la pianta del piede. Con il filler si crea l’effetto ammortizzante di questo cuscinetto di grasso che è stato spostato posteriormente. La tecnica per l’impianto è molto semplice, è ambulatoriale, sicuro e la ripresa dopo l’impianto del filler è immediata.

dolore piedi tacchi alti

Leggi anche questi articoli: